Santuario Madonna del Sasso

Il Santuario è detto anche della Madonna del Sasso in riferimento a una seie di apparizioni miracolose della Vergine avvenute nel 1484.
L’edificio venne costruito nel 1490 al posto di un oratorio di origine medievale. L’attuale chiesa, ben più ampia, rimaneggiata poi negli anni successivi, è costituita da un oratorio inferiore e da uno superiore, quest’ultimo preceduto da un portico su due lati risalente al Seicento. Nell’oratorio inferiore, di moderna fattura, si trova una tavola del primo Quattrocento con la Madonna con il Bambino e santi, attribuita a Giovanni Benintendi detto il Ceraiolo; nell’oratorio superiore, le cui pareti sono decorate da affreschi neoclassici, vi è un dipinto con la Madonna, angeli e santi di Francesco Curradi.

L’ultimo intervento architettonico risale al 1838. Fino al 1914 fu meta di imponenti pellegrinaggi che, nel mese di maggio, conservavano gli echi dell’antica ritualità pagana nel sacrificio propiziatorio di un manzo.